Dopo aver letto questi consigli, pulire il bagno diventerà un’attività piacevole

Penso di poter affermare che le pulizie in casa non sono l’attività preferita di nessuno. Passare l’aspirapolvere, lavare per terra con lo straccio, stirare e pulire. Onestamente, è meglio sedersi sul divano a guardare la propria serie tv preferita sorseggiando un buon bicchiere di vino.

Oltre alle faccende domestiche quotidiane e settimanali, ci sono altre faccende da fare con minore frequenza. Ad esempio rimuovere gli accumuli di calcare all’interno della caffettiera, rimuovere le erbacce in giardino o pulire il frigorifero. Oppure ancora, le piastrelle del bagno e le loro fughe. Se non viene effettuata una pulizia periodica, le piastrelle accumulano sporcizia, e possono diventare opache e con macchie di calcare. Le fughe tra le piastrelle nel bagno, che dovrebbero essere bianche, possono ingiallire e può verificarsi la formazione di muffe. Una seccatura!

schoonmaken, badkamer, badkamertegels, tegels, schimmel, voegen, tegelvoegen, tips


Pulire le piastrelle del bagno è il mio lavoro meno preferito. Sembra infinito! E di solito, dopo aver pulito le piastrelle del bagno, ho come l’impressione che non sia servito poi a molto. Credo di aver acquistato almeno 10 diversi prodotti per la pulizia, ma nulla sembra essere efficace davvero. Devo risciacquare? Se si, con acqua calda, fredda o tiepida? E quelle fughe tra le piastrelle: con quale prodotto bisogna pulirle? Cosa fare per evitare la formazione di muffe?

Tante domande a cui non sapevo dare una risposta. Fino a quando ho iniziato a seguire i seguenti suggerimenti pratici e veloci. Clicca per proseguire alla pagina successiva